Giornata mondiale senza tabacco

Sensibilizzare i giovani con la giornata mondiale senza tabacco

La giornata mondiale senza tabacco, lanciata dall'”Organizzazione Mondiale della Sanità” (Lilt Milano) con la quale cerca di sensibilizzare i giovani. Questo per incentivarli a smettere di fumare.

Secondo alcune loro statistiche la maggior parte dei giovani tra i 18 e i 29 anni sono consapevoli dei rischi alla salute e non solo anche a quelli ambientali provocati dalle sigarette.

In Italia oltre 70 miliardi di sigarette vengono fumate e circa il 66% dei mozziconi dispersi nell’ambiente, ne sono testimone agli occhi di tutti quando andiamo in vacanza le spiagge. Dove spesso vediamo mozziconi sparsi ovunque.

La stessa filiera di produzione è un enorme macchina inquinante; la pianta del tabacco ha bisogno di trattamenti e pesticidi per avere una produzione massiva, anche questi per ovvi motivi vanno a finire nei terreni e nelle falde acquifere.

Difficile pensare che il mercato del tabacco sparisca dall’oggi al domani solo con la giornata mondiale senza tabacco. Numerose sono le iniziative anche nelle scuole per la sensibilizzazione dell’argomento, ma gli interessi sono enormi.

Facendo due conti:

un pacchetto da 20 sigarette costa tra i 4,50 Euro e i 5,70 Euro quindi in media sui 5 Euro per far conto tondo. 70 miliardi di sigarette significano 3,5 Miliardi di Euro quasi mezza manovra finanziaria.

Senza contare che il tabacco provoca dipendenza, altro ostacolo non da poco per la salvaguardia di salute e ambiente. Altre forme per limitare i danni sono state fatte con i vari divieti di fumo, partendo qualche anno fa con i locali e alcuni luoghi pubblici arrivando alla guida della macchina con passeggeri non fumatori o bambini. Anche il novo mercato delle sigarette elettroniche ha avuto qualche risultato, cambiando le abitudini di alcuni fumatori. Tuttavia sembra che il numero dei fumatori sia comunque in salita sopratutto tra i giovani e le donne.

La famosa frase “Domani smetto” dovrebbe cambiare in “Adesso smetto” per esser più efficace. Giusto sottolineare che spesso “dal dire al fare non ci sia di mezzo il mare“. Insomma sembra che l’unica arma per smettere di fumare sia la forza di volontà.

Segui tutte le notizie di Salute

Parte delle immagini tratte da https://www.freepik.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter
YouTube
LinkedIn
Instagram