A Napoli Whirlpool chiude lo stabilimento

A Napoli Whirlpool chiude lo stabilimento, il tutto sembra arrivato senza nessun preavviso ma in concomitanza con la presentazione del nuovo piano industriale.

420 lavoratori si ritrovano senza lavoro. Lo comunicano i sindacati di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm dopo un incontro con il colosso degli elettrodomestici a Roma. Subito i sindacati hanno indetto lo sciopero in tutti gli stabilimenti del gruppo Whirlpool. Disatteso il patto firmato nell’Ottobre 2018, dove si scongiuravano gli esuberi.

La nota azienda fa sapere in una comunicazione che “i profitti del sito restano sotto la media del gruppo e quindi non più sostenibile”. Nei prossimi giorni collaborerà con i vari enti istituzionali e le organizzazioni sindacali al fine di definire tempi e dettagli della riconversione.

Whirlpool crede molto nella “strategicità” dell’Italia, infatti nel Piano industriale dello scorso anno ha investito 250 Milioni di Euro per il periodo dal 2019 al 2021, soldi che serviranno per innovazione, ricerca e sviluppo oltre che al prodotto e processo produttivo.

Gli stabilimenti di Varese, Ancona e Siena sono stati confermati dal piano. In quello di Ascoli Piceno sarà trasferita la produzione di lavatrici e lavasciuga da incasso prima prodotte in Polonia. Quindi effettivamente Whirlpool ci crede all’Italia. Fatto sta che a Napoli Whirlpool chiude lo stabilimento e 420 lavoratori sono a casa. La facilità con cui le aziende possano da un giorno all’altro licenziare tutti con un colpo di spugna è allarmante. Vedi anche Mercatone Uno successo qualche giorno fa, con 1800 dipendenti attualmente disoccupati. Caso certamente diverso, ma la sostanza è la stessa, lavoratori a casa e famiglie in difficoltà.

Segui anche le ultime News

Fonte articolo Tgcom24 e Il Fatto Quotidiano
Parte delle immagini tratte da ilfattoquotidiano.it e rassegna.it

Un pensiero riguardo “A Napoli Whirlpool chiude lo stabilimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter
YouTube
LinkedIn
Instagram