Fusione Fca Renault, la borsa in rialzo

Fusione Fca Renault in vista, se dovesse succedere diventerebbe la casa costruttrice di auto più grande al mondo assieme all’integrazione di Nissan. Con John Elkann (Fca) Presidente e Jean-Dominique Senard (Renault) amministratore delegato. I mercati apprezzano e i titoli di Fiat Chrysler e Renault sono in rialzo, nella giornata di ieri rispettivamente +7,9% e più 12%.

Tutto avviene al momento giusto e con le giuste attenzioni. Infatti con l’aiuto dei rispettivi governi si andrà a portare termine la “Fusione” con la formula 50-50 (metà Fca e metà Renault), garantendo i posti di lavoro in ogni fabbrica del futuro colosso. Lo dice anche Jhon Elkan ai microfoni della sala stampa, aggiungendo che sarà un vantaggio per tutti questa unione. La storia lo dimostra, l’unione tra Fiat e Chrysler di 10 anni fa ha giovato alla casa italiana e anche a quella americana.

Marchionne era favorevole alle fusioni e affermava che esse potevano ridurre costi condividendo investimenti.

Fca riuscirebbe ad approdare nel mercato Russo dove Renault è molto forte e viceversa la Renault riuscirebbe a sbarcare in Nord-America, quindi sembrano tutte “rose e fiori“.

Al momento, la fusione Fca Renault, porterebbe le due case al terzo posto mondiale con 8,7 milioni di auto vendute. Dopo tale unione se ci fosse anche l’ingresso di Nissan e Mitsubishi il gruppo balzerebbe al primo posto con 17 milioni di auto vendute all’anno.

Chissà se le attuali leader mondiali Volkswagen e Toyota resteranno a guardare assieme alle inseguitrici. Difficile che staranno ferme, comunque sia tutto ciò porterà sviluppo e innovazione. Vedremo sempre più auto ibride ed elettriche con guida autonoma? Tutto dipenderà dalle richieste di mercato e allora ci sarà la gara a chi propone l’auto migliore. Questa corsa probabilmente avrà felici ripercussioni anche sui prezzi delle stesse auto, almeno è quello che sperano tutti i consumatori.

Segui anche le ultime News

Fonte di parte dell'articolo tratta da agi.it e Ansa.it
Parte dell'immagine tratta dal sito FCA e Group Renault

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter
YouTube
LinkedIn
Instagram